body

Cucina albanese, che passione! I piatti della tradizione sqhiptare

vacanze in Albania, cucina albanese

I sapori albanesi, preziosi ricordi delle vacanze in Albania

La cucina albanese, come ho già avuto modo di raccontare quando ho parlato dei miei ristoranti preferiti di Tirana, e come ho scritto nella Guida di Tirana realizzata con Weagoo, risente fortemente delle influenze dei popoli che nel corso dei secoli hanno invaso e dominato la nazione.

Le similitudini con la cucina greca, turca e italiana mediterranea abbondano; la carne di manzo, maiale e agnello, i prodotti caseari quali latte, formaggio e yogurt e i prodotti stagionali della terra quali frutta e verdura, sono la base principale dei piatti tradizionali albanesi. Nelle località di mare e di lago si aggiunge il pesce, elemento essenziale soprattutto in quelle zone dove la pesca è la principale fonte di lavoro per la popolazione.

Vacanze in Albania, cucina albanese, tavola imbandita

Il patrimonio maggiore della cucina albanese è dato delle materie prime che, ancora oggi, sono di elevata qualità e naturalmente biologiche. Ciò che viene maggiormente rilevato dai turisti è l’intenso sapore della frutta e della verdura che ricorda “quelli di una volta”.

La prima volta che siamo stati in Albania in estate, non facevamo che ripetere che i pomodori sapevano di pomodoro!

Ed è effettivamente così, non dappertutto, ma nelle località più rurali, dove l’agricoltura e l’allevamento rappresentano i primari mezzi di sostentamento, potrete ritrovare dei sapori che il progresso e la globalizzazione ci hanno portato via.

Per farvi capire l’intensità di questi sapori, vi racconto questo breve aneddoto. Lo scorso giugno ho passato due settimane ad Orikum con mia figlia Zoe. Orikum è una cittadina di mare che vive esclusivamente di ciò che il territorio fornisce, quindi coltivazioni di frutta e verdura, allevamento di bestiame e tanta pesca. L’hotel dove abbiamo pernottato ci serviva ogni mattina una strepitosa colazione da campioni: uova strapazzate con formaggio e pomodori freschi, latte fresco, miele biologico, marmellata fatta in casa, pane, burro. Una vera delizia insomma! Mia figlia, adolescente schizzinosa come quasi tutte le adolescenti, per più di una settimana non è riuscita a mangiare quasi nulla poiché, mi diceva: “mamma, sa tutto di troppo, ha troppo sapore, non ce la faccio!”. Ci sono voluti diversi giorni e molte insistenze prima che si abituasse all’intensità del cibo locale!

Vacanze in Albania, cucina albanese, colazione fronte mare Orikum

Da Nord a Sud, un itinerario contrassegnato dal gusto e dalla genuinità

Tra i tanti itinerari che si possono fare in Albania, quello del gusto è uno dei più stimolanti e ricchi di entusiasmanti emozioni per il palato. Ogni zona ha le sue specialità da proporre; piatti antichi che si tramandano di generazione in generazione, la cui memoria viene custodita con fervore ed entusiasmo.

A proposito di itinerari, hai già letto l’articolo dove ti spiego come creare un itinerario in Albania e dove puoi scaricare la guida gratuita con tutte le informazioni di base che devi sapere? No??! Beh, fallo adesso!

Ma nella moderna cucina albanese, non mancano le sperimentazioni e le innovazioni, ci sono infatti diversi ristoranti, anche di alto livello, che si cimentano in rivisitazioni dei piatti tradizionali. Uno di questi è il rinomato Mullixhiu di Tirana, che, in un ambiente caldo e accogliente, consente di esplorare la cucina albanese in una veste moderna e raffinata.

Ci sono poi delle città e delle zone particolarmente conosciute ed apprezzate proprio per la cucina, come Permet e il relativo distretto situato nell’entroterra sud del paese. Una zona molto ricca di bellezze naturali e di capolavori culinari; uno di questi, famoso per essere stato inserito tra i Presìdi Slow Food, è il Gliko di Permet, una speciale composta di frutta preparata secondo un accurato e preciso procedimento che le conferisce l’unicità che la contraddistingue.

Korça è un’altra città d’Albania famosa per la buona cucina, per la genuinità dei suoi prodotti e per l’abbondanza delle sue porzioni. É qui infatti che ho assaggiato per la prima volta, innamorandomene all’istante, i peperoni ripieni di formaggio, speca me gjize e le kernacke, saporitissime polpette di manzo o maiale a forma di salsiccia.

Al nord invece, nei pressi di Scutari, è la carpa dell’omonimo lago il piatto forte. Cucinata al forno, in umido o alla griglia, la potrete gustare in uno dei tanti ristoranti che si affacciano direttamente sul lago, come ha fatto la brava Selene Scinicariello di Viaggi che mangi durante il suo primo viaggio in Albania che ci ha raccontato qui!

Viaggi e vacanze in Albania all’insegna del gusto, tutti i piatti che dovete assaggiare

Ed eccoci arrivati al momento in cui vi farò venire l’acquolina in bocca. Tralascio volutamente le tre preparazioni che ho citato prima e altre prelibatezze come la buonissima insalata greca, il gustosissimo sufflaqi, l’ottima carne alla griglia (zgare) o il delizioso byrek, perché do per scontato che li assaggerete.

i piatti che proprio non dovete farvi scappare sono questi:

  • Salce kosi: una crema a base di yogurt (kos) solido e olio d’oliva a volte insaporita con cetriolo grattugiato o aglio, viene considerata d’accompagnamento per carni e verdure.
  • ne tavë: più che di un piatto si tratta di un modo di preparare diverse pietanze solitamente a base di carne di manzo, vitello o agnello cotte appunto in tavë, ovvero ciotole di terracotta monoporzione. L’aggiunta di verdure, yogurt, ricotta o spezie ed aromi diversifica i sapori. Ecco alcuni tavë molto differenti uno dall’altro, ma sempre di carne.
  • Kukurec: questa è una specialità tra le più antiche e povere. Si tratta di un lungo spiedo cotto sulla brace fatto di strati di interiora di agnello avvolto nell’intestino dell’animale. Ho assistito alla preparazione di kukurec ad Orikum, una vera arte, l’ho anche assaggiato nonostante non sia il genere di cibo che preferisco, era molto saporito e particolare, da provare almeno una volta!

Vacanze in Albania, cucina albanese, kukurec

  • Petulla o petë të fhsira: una sorta di torta di crepes a strati farcita a piacere con formaggio, pollo, verdure. Tenera e saporita è ideale come antipasto ed è un piatto tipico di Korça. A Tirana lo potete assaggiare alla Taverna Zoto preparato magistralmente da Valentina!
  • Saganaki di gamberi: è un piatto tipico della cucina greca che potrete ritrovare soprattutto nel sud dell’Albania, a Ksamil e Saranda. In genere viene servito nella ciotola di terracotta e consiste in una preparazione di gamberi con pomodoro e formaggio bianco (djath i bardhe). Alcuni lo preparano a strati con il pomodoro fresco e fette sottili di formaggio, altri usano il formaggio a cubetti e la polpa di pomodoro, poco cambia, il risultato è sempre ottimo!

Vacanze in Albania, cucina albanese, saganaki gamberi

  • Trilece: passando ai dolci questo è in assoluto il mio preferito! Si tratta di un dolce a base di latte, tre diversi tipi di latte, per la precisione, ovvero latte, panna e latte condensato che vanno ad imbevere un morbido e soffice pan di Spagna che viene poi ricoperto da un generoso strato di caramello…. mmmm!!!
  • Bakllava: un chiaro esempio dell’influenza turca è dato da questo dolce che potrete trovare ovunque in Albania. Dal sapore molto dolce e fatto da sottili strati di pasta fillo, completamente impregnata di sciroppo di zucchero e impreziosita da noci o pistacchi.

Vacanze in Albania, cucina albanese, bakllava

  • Hasude: il dolce che forse più rappresenta la tradizione albanese, semplice e fatto con ingredienti genuini e poveri quali zucchero, burro, maizena, frutta secca e uovo spennellato sopra. Viene servito soprattutto durante i pranzi delle feste, spolverato con della cannella, ed è un simbolo della tradizione che rappresenta l’appartenenza e la convivialità.

Alcune curiosità sulle usanze degli albanesi a tavola

In Albania, un po’ come nel nostro sud, il momento in cui ci si siede a tavola ha una grande importanza, soprattutto il pranzo domenicale che raggruppa parenti e amici. Non c’è l’abitudine di servire antipasto, primo, secondo e contorno in sequenza come avviene da noi, ma tutte le pietanze vengono messe sul tavolo e i commensali si servono prendendo la propria porzione direttamente dal piatto di servizio.

Le porzioni sono sempre particolarmente abbondanti, anche nei ristoranti, infatti quando si è in due è consigliabile prendere piatti da dividere e ordinare poche portate alla volta; potreste non farcela a finire quello che avete ordinato!

In questa foto, purtroppo di pessima qualità, eravamo a Theth ospiti in una guesthouse tradizionale e siamo stati invitati alla cena di famiglia; perfetto ritratto di convivialità e abbondanza!

Vacanze in Albania, cucina albanese pranzo di famiglia a Theth

Un’altra curiosità riguarda il pesce quali orate, branzini, carpe e simili che è tradizione consumarlo con le mani, prendendo pezzettini di carne con le dita. Questa è un’usanza che nelle grandi città come Tirana si sta un po’ perdendo, ma se vi troverete in qualche piccolo villaggio sul mare, vedrete albanesi mangiare il pesce con le mani, non per mancanza di galateo, ma per usanza!