body

L’albanese, enigma e unicità della lingua più antica d’Europa

Lingua albanese, conoscerla e impararla online da autodidatta

Quando anni fa frequentavo la scuola di counseling, ricordo che si iscrisse anche una ragazza albanese da poco arrivata in Italia che parlava e capiva solo la lingua albanese. Durante le lezioni se ne stava lì in silenzio ed ascoltava senza mai interrompere o chiedere di ripetere. Pensavo che non stesse capendo nulla, invece stava apprendendo una nuova lingua attraverso nozioni a volte molto complesse. Nel giro di pochi mesi comprendeva quasi perfettamente ciò che dicevano i docenti e compagni e alla fine dell’anno parlava in modo fluente.

Un genio? forse!

La verità è che gli albanesi parlano senza troppe difficoltà diverse lingue come l’italiano, l’inglese, il tedesco, lo svedese e il segreto lo possiamo ritrovare nella loro lingua, la più antica d’Europa.

UN POCHINO DI STORIA, MA SOLO POCA!

Ci sono diverse e contrastanti opinioni sull’origine e sullo sviluppo della lingua albanese, la più avvalorata che ha trovato conferme negli ultimi anni, si basa sul fatto che gli albanesi sono discendenti diretti degli Illiri, popolazione indoeuropea risalente al dodicesimo secolo Avanti Cristo, va da sé quindi che la lingua albanese deriva da quella illirica e ha origini antichissime.

Lingua albanese_Butrinto
Butrinto

Parlata da quasi 8 milioni di persone sparse tra Albania, Kosovo, Macedonia e resto del mondo, la lingua albanese, secondo taluni studi, può essere quindi considerata la madre del greco e del latino (ed è qui che nascono i grandi dibattiti!).

Prima del sedicesimo secolo non troviamo alcuna traccia scritta della lingua albanese poiché veniva tramandata solo verbalmente. Il primo testo scritto apparve nel 1555 e diede il via ad un processo di elaborazione di un sistema ortografico che durò diversi secoli poiché trovò sulla sua strada l’ostacolo della dominazione turca, che imponeva l’insegnamento dell’arabo e del turco.

Il lavoro di studiosi, ecclesiastici e intellettuali trovò compimento alla fine del 1800 con la stesura di abecedari, manuali scolastici, testi letterali e soprattutto con l’apertura, nel 1887, della prima scuola di lingua albanese a Korça. Fu durante questi secoli che, all’originale lingua albanese, vennero aggiunte delle combinazioni di caratteri latini, greci, latini e cirillici per far sì che potesse diventare anche una lingua da scrivere, insegnare e imparare.

LA LINGUA ALBANESE E QUELLA ITALIANA

Oggi la lingua albanese rimane unica nel suo genere ma presenta al suo interno lemmi ed espressioni provenienti dai popoli e dalle culture che l’hanno influenzata, ovvero quella italiana, quella greca e quella turca; un po’ come la cucina!

Ascoltando una conversazione tra albanesi, potrete udire nettamente sparse qui e là alcune parole in italiano, il che fa piuttosto sorridere perché spesso sono leggermente storpiate o pronunciate con l’accento al posto “sbagliato” rispetto a come le pronunciamo noi.

Alcuni esempi:

tavolina (tavolo, in albanese originale “tryes”)

makina (autovettura, pronunciato con l’accento sulla i)

telefona (telefono, pronunciato con l’accento sulla o)

L’accento posto sulla penultima sillaba è una delle regole base della lingua albanese ed è per questo che spesso gli albanesi, quando parlano italiano, tendono ad accentare tutti i nomi in questo modo anche coloro che hanno studiato in Italia e conoscono perfettamente la nostra lingua. Un’altra caratteristica che riscontriamo in un albanese che parla italiano, è che difficilmente pronuncerà o scriverà le doppie nel modo corretto, questo perché nella lingua albanese l’uso della doppia, così come lo conosciamo noi, non esiste.

Lingua albanese scritta in lingua albanese

IMPARARE L’ALBANESE

Se per gli albanesi è molto semplice imparare l’italiano, non si può dire lo stesso del contrario, risulta infatti particolarmente complicato per noi italiani apprendere la lingua albanese.

Complicato ma non impossibile!

Innanzitutto c’è da sapere che l’alfabeto albanese è composto dal 36 lettere di cui 7 vocali e 29 consonanti, si tratta di lettere tutte pronunciabili, quindi un primo step che si può fare è conoscere la fonetica poiché aiuta tantissimo nel processo di naturale comprensione che il nostro cervello avvierà pian piano.

Chi ha studiato latino sarà avvantaggiato perché anche nella lingua albanese esistono le declinazioni dei nomi, che comprendono 5 casi (nominativo, dativo, genitivo, accusativo, e ablativo).

lingua albanese, bandiera albanese

In rete esistono diverse risorse in italiano per chi vuole imparare l’albanese da autodidatta, a mio parere la più autorevole è La Voce dell’Aquila di Katia Pisani, sul suo sito, oltre ad articoli di svariato genere dedicati al mondo Albania, potrete trovare una sezione interamente adibita all’insegnamento della lingua albanese con molte risorse gratuite scaricabili.

Un altro sito interessante con lezioni pratiche divise per livelli e video per la comprensione orale, è Linguaalbanese.it, meno accattivante de La Voce dell’Aquila ma utile allo scopo!

Per quanto mi riguarda ammetto di essere un po’ pigra, il fatto che in Albania buona parte degli albanesi parla italiano non mi stimola a studiare la lingua albanese nel modo classico, ma a poco a poco, viaggio dopo viaggio, sto imparando si l’albanese, ma quello da strada! 😉