È nata APIA, l’Associazione che aiuta e tutela i pensionati italiani in Albania

Pensionati in Albania, trasferirsi in Albania, APIA Associazione Pensionati Italiani in Albania

APIA, Associazione Pensionati Italiani in Albania

Forse avrete sentito parlare di Carmine Iampietro; basta googolare il suo nome per leggere decine di interviste dove racconta la sua storia di pensionato italiano in Albania, iniziata più di tre anni fa. Carmine, oltre ad aver preso questa saggia e audace decisione, è stato anche il fondatore della pagina facebook Pensionati in Albania dalla quale è nata APIA, Associazione Pensionati Italiani in Albania di cui è Presidente e socio fondatore.

Perchè vi sto parlando di APIA?

Innanzitutto perchè, lasciatemelo dire, è una di quelle notizie che lascia un segno e che crea un precedente. Grazie a questa associazione, d’ora in poi gli italiani che desiderano godersi la pensione in Albania, hanno un appoggio stabile, competente e fidato su cui contare e credetemi, in un paese straniero non è cosa da poco.

E poi per annunciare ufficialmente che Vado in Albania collabora con APIA e che saremo più che lieti di realizzare dei pacchetti di prima accoglienza ai pensionati che stanno valutando il trasferimento all’estero e vogliono vedere un po’ come si sta in Albania.

Un primo viaggio di perlustrazione della durata di almeno 10/15 giorni è ultra consigliato per iniziare a vedere la zona, tastare il terreno, come si suol dire, conoscere altri pensionati e farsi raccontare la propria esperienza e anche per iscriversi ad APIA che sarà poi il punto di riferimento sia durante il trasferimento che negli anni a venire.

Contattami

per organizzare il tuo primo viaggio in Albania!

Pensionati in Albania, trasferirsi in Albania, Associazione pensionati italiani in Albania

Scopo sociale di APIA

Lo Statuto di Apia recita che: L’Associazione opera per la salvaguardia e la tutela degli interessi dei pensionati italiani in Albania. Sviluppa politiche ed azioni a livello nazionale e locale per la difesa dello stato sociale e per la rappresentanza degli interessi dei pensionati italiani in Albania nei confronti del Governo centrale, degli istituti pubblici, delle Regioni e degli Enti locali.

Inoltre fanno parte dello scopo dell’Associazione:

• Adunare la comunità dei pensionati italiani già presente in Albania
• Fornire orientamento ed informazioni agli italiani interessati a venire a vivere la propria pensione in Albania
• Promuovere l’interscambio culturale tra il popolo albanese e quello italiano, attraverso eventi e attività volte a divulgarne la storia, le tradizioni e le usanze, al fine di abbattere barriere culturali tra i due popoli, incoraggiandone l’amicizia ed il mutuo rispetto
• Mettere a disposizione dei membri un network di associazioni ed imprese, pubbliche e private, fidate e garantite, per fornire i servizi richiesti e soddisfare le loro necessità in Albania
• Integrare e consolidare la comunità italiana in Albania, incoraggiando la socializzazione anche attraverso eventi culturali di vario tipo, organizzati preferibilmente assieme ad autorità o entità albanesi
• Favorire l’incontro e l’amicizia tra gli italiani e gli albanesi, anche attraverso la scoperta del territorio e della storia albanese.

Nel concreto Vado in Albania vi assisterà durante la prima visita organizzandovi il viaggio e mettendovi in contatto con l’Associazione che poi si occuperà di aiutarvi nel trovare una casa, nell’ottenere i documenti dall’INPS, nell’ottenere il permesso di soggiorno necessario per risiedere in Albania per più di tre mesi e in generale nell’inserirvi in modo armonioso e piacevole in questo bellissimo paese.

Ma perchè i pensionati italiani vanno in Albania?

Il tema dei pensionati che espatriano dal bel paese per andare a cercare pace, serenità e soprattutto costo della vita inferiore altrove, ricorre ormai da decine e decine di anni. I paesi più quotati nel panorama europeo sono: Canarie, Portogallo, Spagna, Tunisia, Egitto e da qualche anno anche Albania. Già perché l’Albania, oltre ad essere la più vicina all’Italia, è anche quella che offre le condizioni fiscali, economiche e ambientali più vantaggiose.

Durazzo, Pensionati in Albania, trasferirsi in Albania, Associazione pensionati italiani in Albania

Parlando dell’aspetto economico e fiscale, forse non tutti sanno che i pensionati italiani che decidono di trasferirsi all’estero, possono godere della defiscalizzazione il che significa che la pensione viene elargita al lordo delle tasse e successivamente tassata nel nuovo paese di residenza. Ma il bello bellissimo è che in Albania, per il momento, le pensioni non sono tassate quindi i pensionati che hanno richiesto ed ottenuto dall’INPS la dichiarazione che certifica la residenza all’estero, hanno a disposizione tutta la pensione per intero, senza tasse.

Come ho già avuto modo di raccontare e come avrete potuto leggere da altre parti, il costo della vita in Albania è nettamente inferiore rispetto all’Italia, soprattutto per quanto riguarda il vivere quotidiano quindi spese per la casa e per le utenze, acquisto di alimentari, spese per i trasporti pubblici. Si parla di un risparmio di circa il 50% anche se a mio parere è molto soggettivo e alcune spese variano in base alle proprie abitudini.

Ad esempio, fare la spesa del fresco quindi pane, frutta, verdura, carne, formaggi, pesce presso market e negozietti di paese ha un costo davvero basso mentre andare a fare la spesa alla Conad costa più che in Italia. Anche per quanto riguarda l’affitto è difficile dare delle cifre assolute poichè per una casa a Tirana in un quartiere fuori dal centro, si possono spendere 200/300 euro al mese, in centro si arriva anche a 500/600 in base alla posizione, alla metratura, alle rifiniture ecc ecc.

Quindi se leggete da qualche parte che in Albania si vive con un tot al mese sappiate che è vero in relazione a quello che si decide di fare.

Mare e gentilezza, il ricordo di un’Italia che non c’è più

Oltre alla questione economica, che, diciamocelo, è quella che si guarda prima di tutte le altre, l’Albania vince in termini di qualità della vita nel senso più ampio del termine. Per prima cosa c’è il mare che piace sempre infatti le città più interessate da questo fenomeno migratorio sono Tirana, Durazzo e Valona, le ultime due sul mare, la prima a circa 30 minuti dalle spiagge.

Poi c’è la questione dell’ospitalità albanese, che trabocca di gentilezza e attenzione verso il prossimo soprattutto se il prossimo è un anziano. Carmine infatti ha spesso fatto notare come gli venga spesso ceduto il posto sull’autobus da parte dei giovani o come i vicini di casa siano premurosi e disponibili in caso di bisogno.

L’Albania con i suoi cortili vissuti, con i bambini che giocano per strada, con gentilezze e sorrisi tra sconosciuti e con la quasi totale assenza di microcriminalità, ricorda tanto l’Italia degli anni ’60 e questo è uno dei motivi per cui sempre più italiani, pensionati e non, scelgono l’Albania come paese in cui vivere.

Come contattare APIA

Su Facebook trovate la pagina ufficiale di APIA e potete mandare un messaggio che verrà letto dai membri del Direttivo dell’Associazione, qui il link >> Associazione Pensionati Italiani in Albania

Se volete venire a vedere con i vostri occhi cosa può offrirvi l’Albania contattatemi sarò lieta di potervi aiutare!

Un pensiero su “È nata APIA, l’Associazione che aiuta e tutela i pensionati italiani in Albania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *