7 cose che amo fare a Tirana (e che amerete anche voi)

Tirana, o la si odia o la si ama.

È un discorso che vale un po’ per tutte le grandi città, soprattutto quelle dove i contrasti e le contrapposizioni sono estremamente evidenti, dove ci sono grossi problemi ancora irrisolti e dove il divario tra povertà e innovazione è abissale.

Ma Tirana ha bisogno di stare al passo con i tempi, anzi, ha bisogno di essere un piede avanti agli altri per potersi risollevare come sta facendo e per poter diventare portavoce di un’Albania che non fa più paura ma che attrae e stupisce sempre più persone provenienti da tutto il mondo.

Per dirne una, ieri pomeriggio eravamo in piazza Skanderbeg a guardare la finale dei mondiali Francia/Croazia con accanto una coppia canadese e una norvegese. Una tavolata straniera in una terra che accoglie e unisce.

Week end a Tirana

E, finalmente, anche il pubblico italiano, più restio e difficile da convincere, sembra aver messo da parte pregiudizi e timori. Infatti le richieste per queste vacanze estive ormai alle porte sono davvero tante, sia per il mare del sud, il più quotato, che per Tirana che si riscopre meta interessante anche tra i giovani.

Ma cosa piace di Tirana? L’ultimo gruppo che ha partecipato al tour della Tirana comunista la scorsa settimana, 8 ragazzi milanesi in viaggio per un addio al celibato, ne sono rimasti entusiasti, piacevolmente colpiti sia dalla città e dai suoi divertimenti che dall’aspetto storico, culturale, artistico e architettonico che hanno potuto ammirare durante la giornata di tour. Ma quello che ha vinto, come sempre, è stato il popolo albanese, la cui accoglienza li ha sbalorditi!

Ora vi racconto cosa invece amo io di Tirana e cosa mi piace fare quando sono qui, come in questi giorni.

week end a TiranaSarà perché ti amo!

Da ormai quasi due anni sono diventata una pendolare della tratta Milano/Tirana che faccio circa una volta al mese. Durante questo tempo ho visto Tirana cambiare, crescere, migliorare.

Ma ho conosciuto e ho fatto esperienza anche degli aspetti più problematici di Tirana come gli episodi di mancanza di acqua e corrente frequenti in alcuni quartieri, o il traffico invadente e rumoroso dalle prime luci del mattino fino a notte inoltrata, oppure ancora la povertà nelle vie secondarie e nelle periferie o l’odore nauseante che emana il fiume Lana che attraversa tutta la città.

Tuttavia la amo, come si ama un uomo (o una donna) di cui si conoscono e si accettano i difetti, le difficoltà, le problematiche ancora da sistemare perché si ha fiducia nella sua innata capacità di diventare una persona migliore e nella sua volontà di farlo. E non vuol dire avere le fette di salame sugli occhi, quelle si hanno all’inizio, quando i difetti non si vedono proprio, quando è tutto fantastico e meraviglioso. Ma che ve lo dico a fare?! Sarete stati innamorati pure voi almeno una volta! 🙂

week end in Albania, piazza Skanderbeg

7 cose che amo fare a Tirana

  1. passeggiare per le strade del centro tra negozi, chioschi, monumenti, edifici storici e nuovi grattacieli | il centro di Tirana è un concentrato di bellezza eterogenea. Nel quadrilatero compreso tra Piazza Skanderbeg, il Postbllok check point, il Toptani Center e Pazari i Ri, sono concentrati tutti i principali punti di interesse della città in un mix di modernità, avanguardia, rigore comunista e fascista, ruralità e cultura popolare.

    Scopri tutte le attrazioni di Tirana e il percorso migliore per visitarle >> Tirana, itinerario nel centro della capitale albanese

  2. fermarmi a lavorare in uno dei tantissimi bar della città tutti dotati di wifi gratuito | quello che non manca a Tirana e in generale in Albania, sono i bar e i locali. Ce ne sono un’infinità in ogni zona e quartiere, tutti dotati di connessione wifi free e prese per caricare telefoni e computer. Alcuni, come la catena Mon Cheri, ha anche tavoli in stile coworking con le prese sotto il tavolo stesso, cosa che in una città cosmopolita come Milano è quasi una rarità. I bar di Tirana infatti sono utilizzatissimi da studenti, freelance e nomadi digitali; un modo di studiare e lavorare moderno e friendly che quando sono in Italia mi manca tantissimo.
  3. cenare in un ristorante tradizionale albanese o mangiare un’ottima pizza italiana oppure ancora darmi allo street food | anche i ristoranti abbondano nella bella capitale albanese e ce ne sono di diverso genere. Tra i tradizionali consiglio la Taverna Zoto che offre un’ottima cucina della zona di Korça con musica dal vivo nel fine settimana, il ristorante Oda arredato completamente in stile tradizionale che propone i piatti della cucina albanese di una volta e il Restorant Muraga che oltre a proporre un’ottima cucina locale, gode anche di una bellissima posizione sulla strada che sale sul monte Dajti. Se parliamo di pizza invece, mi spiace, ma sono monotematica e ripetitiva; l’ho già detto e lo ripeto, il migliore per me è Vita 99 Pizza e Grill di Maurizio Cantalini ma vi invito a provarne anche altre come Saporita o Pizzarte.
    Lo street food invece è una specie di istituzione a Tirana. Byrek, tranci di pizza e sfoglie varie, qofte, salsicce e sufflaqi, sandwich, popcorn, crepes e dolci vari; non farete più di 10 metri senza incontrare un chiosco o un piccolo negozietto che vende qualche leccornia da passeggio!

    Qui la lista dei miei ristoranti di Tirana preferiti >> Dove mangiare a Tirana

    week end a Tirana, pranzo tradizionale

  4. passare qualche ora a rilassarmi tra il verde del grande parco del lago artificiale | l’espressione “lago artificiale” non la trovo particolarmente attraente, infatti è una delle zone della città che c’è voluto qualche viaggio prima che mi decidessi a visitare. Quando poi ci sono stata ho capito che si trattava solo di un mio preconcetto (ebbene sì, li ho anche io!) perchè in verità il Liqeni Artificiale di Tirana è un’immensa area verde polifunzionale e molto frequentata dai cittadini durante tutte le stagioni. C’è chi fa jogging, chi si rilassa, chi si diletta con i vari giochi a disposizione del pubblico, chi suona qualche strumento, chi si prende una birra o cena nei locali bordo lago.
  5. incontrare amici e fare nuove conoscenze al Blloku, il quartiere della vita notturna pieno di locali alla moda | una serata al Blloku è puro divertimento; qui la concentrazione di locali è altissima e nelle serate dei weekend c’è tantissima gente che beve, balla, si diverte. I locali più interessanti: Radio Bar, Colonial Cocktail Accademy, Duff Sports bar, Check point e Local kitchen & beer.

    week end a Tirana

  6. fare shopping nei grandi e modernissimi centri commerciali a più piani | non sono una grande fan dei centri commerciali ma ammetto che ogni tanto cedo al fascino del consumismo e mi butto in uno dei nuovissimi centri multipiano di Tirana, così moderni e lussuosi che sembra di essere in un aeroporto internazionale. Qui si possono trovare quasi tutti i marchi più conosciuti, anche italiani e le catene che noi donne tanto amiamo come Tezenis. Nella città i più famosi sono: Toptani Center, Ring center, Raiffaisen, Coin, ETC Galeria, Kristal Center. Fuori città: Casa Italia, City Park, TEG

    week end a Tirana Centri commerciali

  7. fare escursioni e gite fuori porta scegliendo tra natura, mare e città antiche | Tirana può essere la base perfetta per fare tantissime escursioni e gite in giornata a tema natura, mare o città storiche. La località di mare più vicina è Durazzo che a sua volta si apre in un ventaglio di possibilità che vanno dalla città vera e propria con il lungomare e le spiagge, alle vicine spiagge di Kavaje e Golem, località di mare molto ben sviluppate e attrezzate. Se invece si vuole qualcosa di più selvaggio si può raggiungere Kepi i Rodoni a nord di Durazzo o spingersi fino a Lezhe e alle spiagge Rana e Hedhun e Tale. Dal punto di vista naturalistico la laguna di Patok a nord di Durazzo o la laguna di Karavasta verso Valona sono sicuramente due mete da non perdere così come il monte Dajti raggiungibile sia in auto che con la funivia. Per una gita culturale Kruja, Petrela e il castello di Preza sono le località più indicate ma ci si può spingere fino a Scutari, raggiungibile in meno di due ore di auto. Infine non manca la possibilità di passare una giornata all’insegna della spiritualità e della ricerca interiore con il pellegrinaggio alla Chiesa di Sant’Antonio a Laç.

    Ecco pronto un itinerario di 6 giorni nei dintorni di Tirana >> Itinerario di 6 giorni tra le meraviglie di Tirana e dintorni

week end a Tirana castello di Preza

Beh insomma, penso che avrete capito anche voi che Tirana non è una città qualunque, ma è una città che ti coinvolge profondamente, che ti fa sentire parte del suo respiro e della sua vita brulicante di attività e stimoli diversi.

Se stai per visitare Tirana, non ti perdere la guida gratuita e super completa che ho realizzato in collaborazione con Weagoo

SCARICALA ORA

Se invece vuoi farti un week end a Tirana completamente organizzato, ho l’offerta che fa per te!

WEEK END A TIRANA

E se invece hai qualche altra richiesta per viaggi e tour…

CONTATTAMI